LOCAL-CUBIAM

Coltivando la biodiversità nel Arco Mediterraneo

 

Descrizione del progetto ed obiettivi

Grazie a questo progetto una mappatura preliminare delle proprie varietà di frutta e verdura del Mediterraneo che sono stati relegati in secondo piano, un po 'quasi scomparso dall'inizio della rivoluzione verde è iniziata negli anni sessanta da Norman Borlaug si terrà. Successivamente il recupero e la coltivazione saranno incoraggiati come una strategia per recuperare l'impianto patrimonio genetico del Mediterraneo che è la base della nostra alimentazione e l'agricoltura. E 'anche un altro modo per mantenere e migliorare il patrimonio naturale dei territori del Mediterraneo, che si trova nelle zone mediterranee europee con importanti parchi naturali che servono come una leva per recuperare la lunga tradizione di colture tradizionali nei frutteti. Con una corretta gestione dei funzionari locali, questo può essere uno strumento molto efficace per l'inclusione sociale attraverso la creazione di orti sociali. Promuovere l'occupazione e la formazione dei giovani saranno tra le priorità da sviluppare e saranno potenziate con attività parallele generati e dove dovrebbero essere inclusi transumanza del bestiame, il turismo gastro-rurale e l'industria alimentare artigianale.

Si intende cos’ì redigere e presentare una proposta di progetto su un programa europeo (bando UE) di finanziamento.

Azioni:

1.- Studio, identificazione, recupero e comparativa di varietà ortofruticole attraverso una mappa delle varietà esistenti in ciascuna zona dei paesi associati.

2.- Stimolo della coltivazione delle varietà recuperate fra gli agricoltori interessati e scambio controllato dei semi e delle varietà che permettono analizzare le caratteristiche ele differenze che presentano le conltivazioni in ciascuna regione

3.- Creazione di una rete di orti e fattorie sociali che, con il supporto delle amministrazioni pubbliche locali, permettaono l'inclusione delle persone che formano i settori più svantaggiati della nostra società e che funzonano come banche di germoplasma vivi delle varietà che mano a mano si includono nel programma di recupero. 

4.- Attivazione di centri di ricerca e workshop di sperimentazione e formazione intersettoriale: agricola, zootecnica, ambientale, salute, gastronomica e ostelleria, turistica….

5.- Realizzazione di seminari internazionali itineranti fra i paesi associati per l'attivazione di un sistema di condivisione dei resultati raggiunti nel quadro del progetto fra i paesi associati.

6.- Incentivare l'agricoltura e l'allevament attraverso strumenti quali corsi di formazione agraria.

 

 


 

 

Leader: Consiglio Provinciale di Jaén

Soci: COpAPS cooperativa sociale, American Farm School-Prrotis College (AFS-PC)

Socio esterno: INRA-FRANCIA 

Contatto: Manuel Vera Márquez - manuelvera@dipujaen.es 

Periodo: Progetto in corso 

Finanziamento: 13.000 euro 

Co-finanziato per Arco Latino